Società Benefit e rendicontazione d'impatto: un'istantanea dello stato dell'arte


header-image

Società Benefit e rendicontazione d'impatto: un'istantanea dello stato dell'arte

Dall'entrata in vigore della normativa sulle Società Benefit in Italia nel 2016, le aziende che uniscono profitto e beneficio comune sono in continua crescita, così come le forme di rendicontazione dell'impatto derivato dalle loro attività. Per fare chiarezza su questo settore ancora giovane, ALTIS ha voluto delineare i trend della rendicontazione d'impatto tramite un'indagine che ha coinvolto 168 Società Benefit, di cui 72 rispondenti. La presentazione dei risultati della ricerca è coincisa con la presentazione del caso specifico di Gemelli Medical Center (GMC), realizzato con una metodologia costruita ad hoc anche in base agli elementi emersi dalla ricerca.

I risultati dell'indagine, presentati martedì 5 giugno, hanno confermato l'attuale trend che premia le aziende che inseriscono nella propria strategia un obiettivo più ampio rispetto a quello meramente economico e finanziario e ne rendono pubblica la misurazione e valutazione. Il report d'Impatto, oltre ad avere una valenza comunicativa, è anche uno strumento di gestione e pianificazione, consentendo di razionalizzare gli obiettivi futuri sistematizzare le informazioni interne e le iniziative sviluppate.

     

"L'Italia è stata la prima in Europa ad avere un quadro normativo sulle Società Benefit – dichiara Stella Gubelli, Responsabile area consulenza di ALTIS –  un settore giovane e in evoluzione e, come tale, caratterizzato da una graduale traduzione operativa delle prescrizioni normative. In particolare, la nostra indagine ha messo in luce l'importanza del ruolo del Responsabile del Beneficio Comune. Questa figura, nel 90% dei casi interna all'azienda, oltre ad avere il compito di sviluppare il report d'impatto, supporta gli amministratori nel perseguimento delle finalità di beneficio comune, agendo quindi al contempo da garante e propulsore".  

     

Il workshop è stato inoltre l'occasione per presentare il primo report d'impatto di Gemelli Medical Center (GMC), Società Benefit dal 2017, realizzato con il contributo scientifico di ALTIS.

     

"GMC – ha sottolineato Valentina Langella, referente in ALTIS per la misurazione d'impatto e che, insieme a Stella Gubelli e Chiara Brunisso, ha supportato GMC nel processo di rendicontazione e valutazione dell'impatto – rappresenta un esempio virtuoso di Società Benefit, avendo assunto l'impegno di presentare un rendiconto chiaro e completo delle proprie attività attraverso un Report di Impatto che coniuga rendicontazione sociale e misurazione d'impatto e descrive sia le azioni svolte nell'esercizio 2017, sia i piani e gli impegni per il futuro nelle aree di beneficio comune. Questo percorso da noi proposto – conclude Langella – è stato accolto con entusiasmo da GMC che, con l'occasione, ha avviato un importante cammino di consapevolezza interna, sia della propria identità che del valore economico e sociale del proprio operato".

     

Il report GMC, primo caso a livello nazionale di Hospice-Società Benefit, costituisce infatti un unicum nel panorama italiano, unendo aspetti di rendicontazione sociale, secondo gli standard della Global Reporting Initiative (GRI), alla misurazione d'impatto di lungo periodo. Questa combinazione ha permesso di contemplare unitamente la dimensione quantitativa e qualitativa, in cui l'apporto degli stakeholder ricopre un ruolo di primaria importanza.

     

"Il report di GMC – ha spiegato Alessandro Tuzzi, responsabile delle attività di Beneficio Comune di Gemelli Medical Center e vicedirettore dell'Università Cattolica – rende visibile e chiara la doppia anima dell'impresa: da un lato, un hospice con una mission di natura particolarmente delicata (fornire cure palliative gratuite a malati in progressione di malattia e accompagnare le loro famiglie nel sostegno ai propri cari), dall'altro, un'azienda a tutti gli effetti, che deve dare conto agli stakeholder della propria sostenibilità economica, sociale e ambientale".

  


  

> Scarica i risultati dell'indagine di ALTIS

> Leggi il report di impatto di GMC

> Scarica il comunicato stampa


    

      ​

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti