Finanza sostenibile


header-image

Finanza sostenibile

La finanza sostenibile e responsabile, o finanza Sri, è ormai un fenomeno di portata globale.

A confermarlo le parole di Papa Francesco nella Laudato Sì (maggio 2015) che chiamano gli uomini, i governi, gli attori economici ad un impegno per il bene comune:

"Non basta conciliare, in una via di mezzo, la cura per la natura con la rendita finanziaria, o la conservazione dell’ambiente con il progresso. 
Su questo tema le vie di mezzo sono solo un piccolo ritardo nel disastro. Semplicemente si tratta di ridefinire il progresso.
Uno sviluppo tecnologico ed economico che non lascia un mondo migliore 
e una qualità di vita integralmente superiore, non può considerarsi progresso”

                                                                                                                           (Laudato Sì, n. 194)

Come anche l’Agenda 2030 proposta dalle Nazioni Unite che indica ad aziende ed investitori pubblici e privati linee guida e parametri condivisi a livello internazionale fondamentali per allineare le strategie di investimento al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo globali (SDG) e orientare il sistema finanziario verso un modello di sviluppo inclusivo e sostenibile: la cosiddetta SDGs finance.

Dopo una crescita del 61% registrata nel biennio 2012-2014, secondo la terza edizione del Global Sustainable Investment Review, all’inizio del 2016 gli investimenti sostenibili e responsabili valevano 22,89 trilioni di dollari con una crescita rispetto al 2014 del 25%. Anche se ad un ritmo più lento, quindi, gli asset SRI – azioni/titoli azionari, obbligazioni/bond, perfino hedge funds - continuano ad crescere.

Con una percentuale di investimenti SRI che si attesta al 53%, l’Europa si conferma la più virtuosa - seguita dagli Stati Uniti con il 38%. Anche in Italia il mercato Sri sta crescendo e a dicembre 2015 aveva un valore di 1,9 miliardi di euro (Italy Report - Eurosif “European SRI Study” 2016).

In ALTIS contribuiamo fin dall’inizio a questo dibattito globale, da anni infatti sviluppiamo ricerche, progetti e disegniamo percorsi formativi  per offrire a futuri manager di imprese di gestione del risparmio, assicurative, bancarie e finanziarie e di organizzazioni religiose (Faith-based Organisations) un supporto per identificare le migliori opportunità e realizzare investimenti in linea con il proprio orizzonte valoriale.

Il nostro Master in Finanza: strumenti, mercati e sostenibilità, ad esempio, è il primo realizzato in Italia per preparare futuri operatori della finanza ad integrare gli aspetti di sostenibilità ambientale, sociale e di governance (criteri ESG) nella valutazione degli investimenti.

TUTTI I MASTER

Master in Accounting and Auditing - MAA

Anno accademico 2018/2019

SedeMilano

Scadenza22 gennaio 2018

Master in Accounting and Auditing - MAA

In partnership con EY, un master che dà una preparazione concreta, immediatamente spendibile in azienda e che risponda alle esigenze dei migliori datori di lavoro nell'ambito dell'accounting e auditing.

Master in Finanza: strumenti, mercati e sostenibilità - FIN

Anno accademico 2017/2018

SedeMilano

Scadenza18 settembre 2017

Master in Finanza: strumenti, mercati e sostenibilità - FIN

Costruito sulle esigenze del mercato, fornisce competenze avanzate di modellistica finanziaria e offre le conoscenze operative per integrare gli aspetti di sostenibilità ambientale, sociale e di governance nella valutazione degli investimenti. 
Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti