header-image

ALTIS e Humana: la “second hand” che genera progetti di cooperazione internazionale

 

Valorizzare i vestiti usati raccogliendoli, smistandoli e vendendoli come abiti di seconda mano per finanziare progetti di solidarietà e cooperazione internazionale. È questa la mission di Humana Italia, che pone la sostenibilità al cuore della sua azione. Nata nel 1998, Humana Italia fa parte della Federazione Humana People to People, un network internazionale che coinvolge 29 organizzazioni attive in 45 Paesi, con l’obiettivo di ridurre il divario tra il Nord e il Sud del mondo.

 

Non solo riciclo e riuso: l’impatto sociale dell’azione di Humana

Grazie al lavoro di 187 dipendenti distribuiti in sei sedi e in nove negozi di proprietà in Italia, Humana nel 2020 ha raccolto così tante tonnellate di abiti usati da riempire 1.120 TIR. Il recupero degli abiti ha evitato l'emissione di 77 milioni di chili di CO2 e un consumo di acqua equivalente a 51.497 piscine olimpioniche. Una sostenibilità non solo ambientale, ma anche sociale, poiché il fine è quello di destinare i proventi a progetti di solidarietà internazionale e cooperazione allo sviluppo. Nel biennio 2019-2020, infatti, Humana ha finanziato 42 progetti di istruzione, aiuto all’infanzia, prevenzione e tutela della salute e agricoltura sostenibile in Italia, Africa e Asia.

 

ALTIS e Humana: una partnership storica tra rendicontazione e strategia

La collaborazione tra ALTIS Università Cattolica e Humana ha radici profonde: iniziata nel 2015 in modo volontario, è poi proseguita negli anni, fino ad arrivare oggi alla stesura del report che rendiconta due esercizi, il 2019 e il 2020. Anche per questa edizione biennale, il Bilancio di Sostenibilità di Humana Italia è stato redatto secondo i GRI Sustainability Reporting Standards, con il coinvolgimento diretto dei principali stakeholder interni ed esterni. ALTIS ha inoltre supportato Humana nella definizione del Piano Strategico di Sostenibilità associato agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, facendo leva in particolare su cinque dei 17 Goals: due come fondamenta e tre come pilastri.

A costituire le fondamenta della sua strategia di sostenibilità, Humana colloca il Goal 13, che riguarda l'azione per il clima, e il Goal 8, che mette le persone al centro. Per il Goal 13 – Agire per il clima, Humana si pone diversi obiettivi futuri, misurabili e definiti, quali: ridurre il consumo di combustibili fossili del 50% entro il 2030; alimentare la sede di Pregnana Milanese con energia al 100% rinnovabile entro il 2027; compensare le emissioni di CO2 piantumando, entro il 2030, circa 85.000 alberi; ridurre la percentuale del materiale destinato allo smaltimento del 50% entro il 2030; promuovere l’agricoltura sostenibile con azioni concrete a breve termine, come la creazione di orti sociali. Il secondo punto posto alle fondamenta dell’azione di Humana è il Goal 8 – Lavoro dignitoso e crescita, mette al centro i collaboratori e sottolinea l’importanza del lavoro da loro svolto quotidianamente con passione.

Su questi due Goal poggiano tre pilastri di sostenibilità che sono associati ad altri tre Obiettivi di Sviluppo Sostenibile a cui Humana contribuisce tramite le proprie attività. Il primo pilastro riguarda la correttezza e la trasparenza della filiera, riprendendo il Goal 16 dedicato alla Pace, giustizia e istituzioni forti. Per Humana, infatti, il monitoraggio e la comunicazione trasparente di ogni passaggio della filiera, dall’affidamento del servizio fino alla destinazione dei capi raccolti e dei fondi, sono requisiti fondamentali per dimostrare il valore sociale prodotto dalla sua attività. Gli altri due pilastri, che rappresentano le due anime di Humana, sono il Goal 12 dedicato al Consumo e alla produzione responsabili e il Goal 17 sulla Partnership per gli obiettivi. Infatti, le due direttrici di sviluppo strategico dell’organizzazione sono, da un lato, promuovere l’economia circolare, tramite la raccolta e la vendita degli abiti usati, e dall’altro garantire la continuità ai numerosi progetti di cooperazione internazionale.

Attraverso le fondamenta e i pilastri del suo Piano di Sostenibilità, Humana genera azioni ad alto impatto sociale e ambientale, grazie a un lavoro capillare sul territorio, non solo nei Paesi in via di Sviluppo ma anche in Italia, con lo scopo di promuovere la cultura della solidarietà e della sostenibilità e la diffusione dei princìpi dell’economia circolare.

 

Per approfondire

Leggi il BIlancio di Sostenibilità 2019-2020 di Humana Italia

ALTIS Consulenza: esplora i servizi di consulenza in ambito di Strategia e management sostenibile e Rendicontazione non finanziaria

 

Articolo redatto da Michele Novaga, il 19 ottobre 2022

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti