Professione Welfare

Presentazione

Novità normative, premi di produttività e lavoro agile:
“Professione Welfare” tratta i temi più recenti del welfare aziendale e territoriale

Sempre più il welfare aziendale e territoriale sta entrando a pieno diritto nella gestione delle risorse umane delle realtà italiane.
Secondo la recente indagine Doxa (“L’evoluzione del welfare in Italia", indagine Doxa 2016) anche grazie alle novità introdotte nella Legge di Stabilità 2016, si registra una maggiore consapevolezza da parte delle aziende dei tanti vantaggi derivanti dallo sviluppo dei piani di welfare, che sancisce il passaggio da una crescita "a macchia di leopardo" a un consolidamento più consapevole e capillarmente diffuso.
Per questo, sono sempre più richieste figure professionali specifiche, in grado di far fronte alla complessità e varietà delle iniziative a favore dei dipendenti. 
 

Come pianificare e gestire le diverse politiche di welfare, al fine di renderle una leva strategica per lo sviluppo delle risorse umane e il miglioramento della produttività in azienda? 


Il corso Professione Welfare si rivolge a tutte le figure professionali - operanti in organizzazioni pubbliche e private, profit e non profit - interessate ad acquisire le competenze interdisciplinari e specifiche necessarie per pianificare e gestire con successo strategie e iniziative di welfare.
 

Richiedi il flyer

 


Edizione: 4° Sede: Milano, Università Cattolica
Formula
3 moduli didattici (6 giornate) 
+ 1 modulo facoltativo (2 giornate)

Calendario
9, 10 novembre
23, 24 novembre 2017
11, 12 gennaio 2018
25, 26 gennaio 2018 (facoltativi)




Obiettivi:

  • Conoscere e comprendere il contesto normativo, prerequisito fondamentale per il governo del cambiamento e dell’innovazione
  • Approfondire le dinamiche del lavoro, delle relazioni industriali e della contrattazione
  • Progettare, implementare e gestire piani di welfare capaci di generare valore condiviso, intercettando gli obiettivi aziendali, le esigenze dei collaboratori e le potenzialità delle reti del territorio. 



Destinatari:

  • Manager delle risorse umane, di organizzazioni di ogni settore, natura giuridica e dimensione
  • Figure professionali con interesse nell’area delle risorse umane, dell’employee welfare, del diversity management, del work-life balance
  • Funzionari di associazioni di categoria e sindacali, per la diffusione dei servizi di welfare all’interno dei rispettivi sistemi associativi e nelle proprie reti d’impresa.




Riferimenti:
Di Nardo Filippo (2016), L’evoluzione del welfare aziendale in Italia, Guerini Next




In partnership con: 

                          

Anno accademico
2017/2018
Data di partenza
09 novembre 2017
Divisione
Welfare aziendale e innovazione sociale