Il conflitto famiglia-lavoro e le politiche di conciliazione: l’analisi cluster per identificare i bisogni emergenti

L'articolo analizza la relazione tra il conflitto tra famiglia e lavoro e le pratiche implementate dalle aziende per risolvere tale conflitto. L'attenzione attorno al tema è cresciuta negli ultimi decenni alimentata dalle sempre maggiori difficoltà che i lavoratori sperimentano per rispondere alle proprie responsabilità familiari e lavorative (Allen et al. 2000; Brummelhuis & Van der Lippe 2010; Greenhaus & Powell, 2006).
Alla luce della crescente rilevanza del tema, il presente articolo ha l'obiettivo di analizzare l'impatto che le iniziative di work-life balance hanno sul conflitto percepito dai lavoratori. Grazie a un questionario somministrato a 2.419 lavoratori si sono identificati quattro cluster di lavoratori che presentano una differente percezione del conflitto tra famiglia e lavoro: gli armonici, i rampanti, i migratori e i bloccati. Per ogni cluster, quindi, si sono individuate le iniziative implementate dalle aziende che si sono dimostrate più efficaci nel ridurre il conflitto esistente. La ricerca ha quindi evidenziato come l'efficacia delle iniziative di work-life balance dipenda dalla percezione del conflitto da parte dei lavoratori e, quindi, come differenti strategie di conciliazione debbano essere intraprese in risposta ai quattro cluster individuati.

Autore
M.Pedrini; L.M. Ferri; A. Coeli; M.M. Molteni
Anno di pubblicazione
2014
Tipologia
Articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali
Divisione
Welfare aziendale e innovazione sociale